News

9 Giu 2020

Test sierologici: Screening aziendale è realmente utile?

Test sierologici, tema affrontato in data 8  giugno 2020 in un webinar grazie all’intervento della Dott.ssa Serena Marchetti, medico competente SGI.

GUARDA LA REGISTRAZIONE

Argomenti trattati:
Definizione e differenze dei test attualmente disponibili
Normativa vigente e le indicazioni da parte del Ministero della salute
Pro e contro dello screening sierologico in azienda
—————————————————————————————————————————————————————————————–
Anche ATS Bergamo ribadisce che l’esecuzione di test sierologici, al di fuori di percorsi organizzati di verifica dei risultati ottenuti, riveste scarso significato e può contribuire a creare false aspettative e comportamenti a potenziale rischio nelle comunità interessate.
Negli ambienti di lavoro, il percorso di screening potrà essere proposto dal Medico Competente in considerazione del suo ruolo nella valutazione dei rischi e nella sorveglianza sanitaria, qualora ritenuto utile al fine del contenimento della diffusione del virus e della salute dei lavoratori.
Il garante della privacy specifica:
nell’ambito del sistema di prevenzione e sicurezza sui luoghi di lavoro o di protocolli di sicurezza anti-contagio, il datore di lavoro può richiedere ai propri dipendenti di effettuare test sierologici solo se disposto dal medico competente o da altro professionista sanitario in base alle norme relative all’emergenza epidemiologica. Solo il medico del lavoro infatti, nell’ambito della sorveglianza sanitaria, può stabilire la necessità di particolari esami clinici e biologici. E sempre il medico competente può suggerire l’adozione di mezzi diagnostici, quando li ritenga utili al fine del contenimento della diffusione del virus, nel rispetto delle indicazioni fornite dalle autorità sanitarie, anche riguardo alla loro affidabilità e appropriatezza”.

Leggi le indicazioni ATS Bergamo