News

8 Set 2020

TARI IMPRESE: La tua azienda versa il giusto corrispettivo?

La TARI rappresenta il corrispettivo che il Comune richiede a fronte del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti sul proprio territorio. La base sulla quale si calcola la TARI è la superficie calpestabile di unità immobiliari, iscritte o iscrivibili nel catasto urbano, suscettibili di produrre rifiuti.

Non sono tassabili gli spazi improduttivi di rifiuti, in base al criterio della “non utilizzabilità” dei locali e delle aree.

Ci sono numerose variabili che l’azienda deve tenere conto in relazione al corrispettivo TARI, come ad esempio:

  • se lo smaltimento dei rifiuti avviene in parte o interamente tramite soggetti privati,
  • il recupero, nell’anno di riferimento, dei rifiuti prodotti.

Per il 2020, numerosi Comuni prevedono riduzioni per le attività economiche costrette alla chiusura durante il lockdown.

Per essere certi di pagare il giusto corrispettivo, è importante per l’azienda avviare un’attività di notifica e controllo per verificare che le superfici aziendali comunicate al Comune di pertinenza, siano corrette.

Per le aziende è possibile risparmiare sull’importo attuale e futuro, riscuotere le somme pregresse pagate e non dovute.

Per la verifica dell’importo TARI corrisposto dalla tua azienda al Comune scrivi a  info@sistemigestioneintegrate.eu