News

30 Set 2020

SCUOLA: Autorizzati i test antigenici rapidi come strumento di prevenzione

Il ministero della Salute, con la circolare del 29 settembre 2020, evidenzia l’utilità dei testi antigenici rapidi come strumento di prevenzione nell’ambito del sistema scolastico.

La circolare chiarisce l’utilizzo e le differenze fra i test attualmente disponibili per rilevare l’infezione da SARSCoV-2:

  1. Test molecolari o PCR, test che evidenziano la presenza di materiale genetico (RNA) del virus. Rimangono tuttora i test di riferimento per la diagnosi di Covid19. L’analisi può essere effettuata solo in laboratori altamente specializzati, individuati dalle autorità sanitarie.
  2. Test antigenici, test che evidenziano la presenza di componenti (antigeni) del virus. Possono essere utili in determinati contesti,
    come lo screening rapido di numerose persone. Le modalità di raccolta del campione sono analoghe a quelle dei test molecolari (tampone naso-faringeo), i tempi di risposta sono molto brevi (circa 15 minuti), ma la sensibilità e specificità di questo test sembrano essere inferiori a quelle del test molecolare.
    Ciò comporta la possibilità di risultati falso-negativi in presenza di bassa carica virale e alla necessità di confermare i risultati positivi mediante un tampone molecolare.
  3. Test sierologici tradizionali o rapidi, test che evidenziano la presenza di anticorpi contro il virus. Il prelievo di saliva è più semplice e meno invasivo rispetto al tampone naso-faringeo. Come per i tamponi, anche per i test salivari esistono test di tipo molecolare (che rilevano cioè la presenza nel campione dell’RNA del virus) e di tipo antigenico (che rilevano nel campione le proteine virali). La sensibilità del test è simile a quella dei test antigenici rapidi solo nel caso in cui il test venga effettuato in laboratorio, quindi, a meno che non si attivino unità di laboratorio presso i punti dove viene effettuato il prelievo, difficilmente è utilizzabile in contesti di screening rapido.

In vista di un probabile ampliamento dell’esigenza di prevenire, attraverso l’effettuazione di test, l’incremento dei contagi – l’utilizzo dei test antigenici rapidi può essere utilmente esteso a contesti diversi rispetto a quello di porti e aeroporti, come le scuole.