News

21 Apr 2021

Scadenze ambiente: proroghe per le comunicazioni 2021 MUD – O.R.S.O – AIDA

Adempimenti ambientali e nuove proroghe per il 2021

Gli adempimenti effettivi sono variabili in relazione al tipo di attività e alla dimensione dell’azienda.


O.R.S.O.

Regione Lombardia con delibera del 7 aprile 2021, ha disposto la proroga al 16 giugno 2021 per la compilazione di O.R.S.O.

I gestori di impianti di recupero e/o smaltimento rifiuti ogni anno devono comunicare i dati sull’attività (quantità tonnellate e percentuali di materiali recuperati)svolta nell’anno precedente utilizzando l’applicativo O.R.S.O 3.0 (Osservatorio Rifiuti Sovraregionale).


MUD

Sul Supplemento Ordinario n. 10 della Gazzetta Ufficiale del 16 febbraio 2021, è stato pubblicato il D.P.C.M 23 dicembre 2020, che approva il modello unico di dichiarazione ambientale per l’anno 2021, spostando il termine di presentazione del MUD al 16 giugno 2021.

Le modalità di presentazione rimangono le solite degli anni precedenti, sarà possibile infatti presentare il modello unico per via telematica o tramite PEC.

Per approfondimenti MUD 2021 https://www.sistemigestioneintegrata.eu/ambiente-mud-2021/


AIDA – Impianti titolari di titolari di Autorizzazione Integrata Ambientale (AIA)

Regione Lombardia, con Delibera del 19 aprile 2021 ha prorogato il termine per la trasmissione dei dati relativi agli autocontrolli effettuati durante l’anno 2020 da parte dei gestori di impianti assoggettati alla disciplina IPPC (oggi IED) e titolari di Autorizzazione Integrata Ambientale (AIA) al 31 luglio 2021.

Ricordiamo che, come gli anni scorsi, l’adempimento dovrà essere espletato utilizzando l’apposito Applicativo Integrato Di Autocontrollo – A.I.D.A., predisposto da ARPA Lombardia.

L’applicativo è accessibile dal sito di Arpa Lombardia attraverso l’utilizzo di username e password già in possesso delle aziende obbligate.

I rapporti di prova e tutte le informazioni relative al piano di monitoraggio dovranno, invece, essere tenute a disposizione dell’autorità di controllo presso la sede dell’impianto.

La mancata compilazione dell’applicativo AIDA potrebbe comportare l’applicazione di una sanzione amministrativa pecuniaria da € 2.500 a € 11.000 (art. 29-quatuordecies, comma 8, D. Lgs. 152/06).