News

26 Mag 2020

SANIFICAZIONE: PROCEDURE OBBLIGATORIE

La sanificazione di locali, ambienti, postazioni di lavoro, attrezzature è una delle discriminanti per poter riprendere e continuare la vostra attività.

Già definita nel protocollo del 24 aprile 2020 (integrato nel DPCM del 26 aprile 2020), la sanificazione viene ripresa sia nel rapporto ISS aggiornato al 15 maggio 2020,“Raccomandazioni ad interim sulla sanificazione di strutture non sanitarie nell’attuale emergenza COVID-19: superfici, ambienti interni e abbigliamento” , che nella circolare stata emanata in data 22 maggio 2020 da parte del Ministero della salute si definiscono le azioni da compiere per sanificare gli ambienti non sanitari e l’abbigliamento.

  • Ogni attività produttiva valuta la propria realtà e attua idonee, mirate ed efficaci misure di sanificazione
  • Stabilisce una procedura di azione e una pianificazione preventiva contro COVID19
  • Effettuare la registrazione delle azioni intraprese, specificando data, ora, persone responsabili e conservare tutta la documentazione generata.

La Vostra azienda ha provveduto a strutturare un piano di sanificazione?

Richiedi una consulenza, analizzeremo la vostra realtà e valuteremo il procedimento e la cadenza di sanificazione più adatta alle vostre esigenze
  • Attività di sanificazione professionale e certificata, utilizziamo un presidio medico chirurgico non tossico per uomo e ambiente che garantisce l’integrità di strumentazioni, arredi e macchinari
  •  Programmazione dell’intervento in pochi giorni
  • Elasticità degli orari per venire incontro alle vostre esigenze lavorative
  • Vendita di prodotti specifici disinfettanti con azione battericida e virucida autorizzati presidi medico chirurgici (PMC)

infocovid19@sistemigestioneintegrata.eu

CREDITO D’IMPOSTA PREVISTO NEL NUOVO DL RILANCIO

Ricordiamo il bonus sanificazione al 60% e fino a 60.000 euro di spesa previsto dal decreto Rilancio, pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 19 maggio 2020.

In considerazione dell’importanza che assumerà la sanificazione nella ripresa a pieno regime delle attività economiche, i beneficiari del bonus sanificazione sono imprese, lavoratori autonomi, enti non commerciali, compresi enti del terzo settore e enti religiosi civilmente riconosciuti.

Il credito d’imposta è utilizzabile in dichiarazione ovvero, senza limiti di importo, in compensazione in F24.
Il credito d’imposta non concorre alla formazione del reddito ai fini delle Imposte sui redditi e del valore della produzione ai fini IRAP.