News

18 Lug 2017

Rimozione amianto, a breve scadrà il nuovo Bando della Regione Lombardia

La Regione Lombardia ha aperto un nuovo Bando per incentivare la rimozione amianto. Fino al 28 luglio, infatti, sarà possibile presentare domanda per ottenere fondi regionali per la bonifica da amianto. Il bando ha come obiettivo il finanziamento di interventi di rimozione di cemento amianto e M.C.A. (Materiali Contenenti Amianto) dalle strutture pubbliche. Pertanto, sono ammissibile le domande presentate da Comuni, Unioni di Comuni e Comunità montane della Lombardia. Analizziamo i contenuti del Bando, con termini e requisiti per le domande.

I fondi messi a disposizione dalla Regione Lombardia

Per questo nuovo Bando rimozione amianto, Regione Lombardia mette a disposizione 140.668 euro. I finanziamenti saranno a fondo perduto. Il contributo massimo erogabile corrisponde a 15.000 euro per ogni singolo Comune. Tale contributo potrà essere riferito ad interventi anche su più edifici dello stesso Comune. Di seguito, si definiscono le modalità di erogazione del contributo:

  • Il 50% con l’impegno di spesa. L’impegno deve essere formalizzato mediante la presentazione di un Piano di Lavoro all’ASL per l’intervento su struttura pubblica. Ciò deve avvenire mediante il servizio telematico Regionale Ge.M.A.;
  • Il 50% dopo la presentazione della dichiarazione di fine lavori e dell’attestazione dello smaltimento di cemento amianto. A tal fine, sarà necessario allegare anche il formulario di identificazione del materiale smaltito.

Nuovo bando rimozione amianto, chi può presentare domanda?

Come accennato, i comuni che vorranno presentare domanda per accedere ai fondi messi a disposizione devono rispondere ad alcuni requisiti specifici. Tali requisiti sono:

  1. Convenzione in essere per la rimozione e lo smaltimento dell’amianto proveniente da utenze domestiche con un’azienda specializzata, iscritta presso l’Albo Gestori Ambientali (Categorie 10 A e 5). La convenzione deve essere predisposta ai sensi del d.d.u.o. 4523/15;
  2. Predisposizione di un progetto preliminare di rimozione di cemento-amianto da una o più strutture pubbliche;
  3. Registrazione nell’apposita banca dati dei Comuni che hanno attivato una convenzione per la rimozione e smaltimento di amianto.

Modalità di presentazione della domanda

Per i Comuni, sarà possibile presentare la domanda di accesso ai fondi entro le 16.00 del 28 luglio 2017. La domanda potrà essere inoltrata unicamente in via telematica sul portale SiAge, dedicato al Sistema Agevolazioni della Regione Lombardia. Al fine di una domanda valida, sarà necessario allegare:

  1. Copia della convenzione comunale in essere per la rimozione e lo smaltimento amianto;
  2. Copia del progetto preliminare di rimozione di cemento-amianto. Il progetto dovrà essere corredato dal cronoprogramma di esecuzione dei lavori e dal computo economico;
  3. Relazione tecnica, asseverata dal Dirigente dell’Ufficio Tecnico Comunale, sullo stato di conservazione e di degrado del cemento-amianto. La relazione dovrà essere redatta ai sensi del “Protocollo per la valutazione dello stato di conservazione delle coperture in cemento amianto”, di cui al d.d.g. Sanità 13237/08. Ciò significa che dovrà contenere anche l’individuazione dell’Indice di Degrado (I.D.).

S.G.I. offre assistenza alle imprese che necessitino di consulenze per l’accesso ai Bandi. Inoltre, con il nostro staff siamo a disposizione per perizie e consulenze finalizzate alla predisposizione di progetti di bonifica e rimozione amianto. Per ogni informazione a riguardo, contattateci agli indirizzi info@sistemigestioneintegrata.eu e ambiente@sistemigestioneintegrata.eu

 

Rispondi