Recepite le direttive UE sul rumore ambientale

Il MITE, con decreto del 14 gennaio 2022, in attuazione di direttive UE apporta modifiche al decreto legislativo 19 agosto 2005, n. 194 “Attuazione della direttiva 2002/49/CE relativa alla determinazione e alla gestione del rumore ambientale”.

Il provvedimento interviene sui metodi di determinazione dei descrittori acustici e sui metodi di determinazione degli effetti nocivi e attua:

  • la direttiva (UE) 2020/367 , che modifica l’allegato III della direttiva 2002/49/CE del Parlamento europeo e del Consiglio per quanto riguarda la definizione di metodi di determinazione degli effetti nocivi del rumore ambientale.
  • La direttiva delegata (UE) 2021/1226  che modifica, adeguandolo al progresso scientifico e tecnico, l’allegato II della direttiva 2002/49/CE del Parlamento europeo e del Consiglio per quanto riguarda i metodi comuni di determinazione del rumore.

Il provvedimento decreta che ai fini dell’applicazione dell’allegato 2 «Metodi di determinazione dei descrittori acustici» del decreto legislativo 19 agosto 2005, n. 194, si applicano i metodi di determinazione dei descrittori acustici previsti, con le modifiche introdotte dall’allegato alla direttiva delegata (UE) 2021/1226 della Commissione del 21 dicembre 2020.

Mentre, in luogo dell’applicazione dell’allegato 3 «Metodi di determinazione degli effetti nocivi» del decreto legislativo 19 agosto 2005, n. 194, si applicano i metodi per la determinazione degli effetti nocivi stabiliti, a norma della direttiva 2002/49/CE, dallallegato alla direttiva (UE) 2020/367 della Commissione del 4 marzo 2020 e successiva rettifica pubblicata nella Gazzetta Ufficiale dell’Unione europea L 110 dell’8 aprile 2020.

Fonte Gazzetta Ufficiale

— Ti piacciono
i nostri contenuti?

Non perderti nessuna novità con la newsletter SGI