News

22 Apr 2020

Protocollo integrativo territoriale Bergamo: sicurezza in azienda per la ripartenza

Le associazioni imprenditoriali del settore manifatturiero Confindustria Bergamo, Compagnia delle Opere, Confartigianato Bergamo, Confimi Apindustria Bergamo, CNA Bergamo, LIA , Unione Artigiani Bergamo, in rappresentanza delle diverse categorie (industria, artigiani, PMI e grandi imprese), i Sindacati provinciali Cgil, Cisl e Uil e l’ATS di Bergamo hanno elaborato e firmato il Protocollo integrativo provinciale al testo nazionale del 14 marzo per l’identificazione e l’applicazione delle buone pratiche per il contenimento della diffusione del Covid-19.

Al fine di supportare con maggiore efficacia e specificità i lavoratori e le imprese del territorio bergamasco nella gestione dell’emergenza sanitaria COVID 19, ferme restando le indicazioni di sospensione delle attività e relative deroghe, emanate dalle autorità competenti a livello nazionale.

Il protocollo definisce dettagliatamente una serie di regole da seguire, finalizzate alla tutela e alla sicurezza dei lavoratori all’interno dell’azienda, relative, tra l’altro, ai dispositivi di protezione da contagio, alle misure organizzative da adottare all’interno degli stabilimenti, dei magazzini e degli uffici per garantire il distanziamento sociale, ai controlli sanitari specifici per prevenire e arginare ogni possibilità di contagio.

L’applicazione e la verifica delle regole inserite nel documento sono responsabilità del comitato (composto da Datore di lavoro, RLS/RSU, Medico Competente) di cui all’art.13 del protocollo nazionale del 14/3/2020.

Leggi il protocollo completo