News

Dichiarazione MUD
26 Feb 2019

Proroga MUD 2019, pubblicato in Gazzetta Ufficiale il nuovo modello di dichiarazione

Il 22 febbraio 2019 è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale un D.P.C.M. che comporta la proroga MUD per l’anno 2019. Di conseguenza, quella che storicamente è una delle scadenze al 30 aprile in materia di ambiente e rifiuti, per quest’anno slitta al 22 giugno. Con questo Decreto viene approvato un nuovo modello per la dichiarazione annuale MUD. Analizziamo brevemente le novità, per meglio comprendere cosa cambia per le imprese soggette a questo adempimento.

Nuovo modello di dichiarazione MUD 2019

Come anticipato, la proroga MUD è stata motivata dall’introduzione di un modello aggiornato di dichiarazione. Questo provvedimento arriva peraltro a poco più di un mese dalla scadenza originariamente previsto (il famigerato, per chiunque si occupi di ambiente e rifiuti, 30 aprile di ogni anno) e con un tempismo provvidenziale: qualora il Decreto fosse stato pubblicato dopo l’1 marzo, infatti, il termine sarebbe stato mantenuto intatto e le novità sarebbero entrate in vigore solo dal prossimo anno. Invece, essendo stato pubblicato in G.U. il 22 febbraio, le imprese avranno a disposizione fino al 22 giugno per procedere alla presentazione della dichiarazione MUD 2019 secondo le nuove modalità previste.

Il Decreto è composto da un unico articolo e corredato da quattro Allegati. Nel corpo dell’articolo si sottolinea che il nuovo modello sostituisce integralmente quello precedente, risalente al 28 dicembre 2017. Gli Allegati sono invece così suddivisi:

  • Allegato 1: vengono specificate le istruzioni per la compilazione del modello di dichiarazione. Nella fattispecie, vengono trattati elementi come i soggetti obbligati, la struttura del modello e le comunicazioni che vanno a comporre la dichiarazione MUD. Proprio a proposito di questo ultimo punto, la dichiarazione si comporrà di sei distinte comunicazioni:
    1. Rifiuti;
    2. Veicoli fuori uso;
    3. Imballaggi;
    4. Rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche (RAEE);
    5. Rifiuti urbani, assimilati e raccolti in convenzione;
    6. Comunicazione produttori di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche.
  • Allegati 2 e 3: contengono fac-simile della modulistica da compilare;
  • Allegato 4: contiene indicazioni per la presentazione della dichiarazione MUD in via telematica.

Grazie alla pluriennale esperienza nel campo della gestione ambientale, S.G.I. è in grado di supportare le aziende nell’adempimento di tutti gli obblighi in materia. Per quanto concerne il MUD, l’Ufficio Ambiente S.G.I. si occupa di seguire tutto l’iter di presentazione. Il nostro staff è a Vostra disposizione all’indirizzo mail info@sistemigestioneintegrata.eu per ulteriori informazioni e chiarimenti.

Rispondi