News

17 Lug 2017

PLE: obblighi in materia di sicurezza e verifica periodica di Piattaforme di Lavoro Elevabili

Quasi tutte le attività lavorative prevedono un qualche utilizzo di attrezzature da lavoro. Tra queste le più frequentemente utilizzate sono le PLE (Piattaforme di Lavoro Elevabili) ed i Carrelli Elevatori. Al fine di tutelare per quanto possibile la sicurezza dei lavoratori che utilizzano questi strumenti per svolgere le proprie mansioni, anche loro sono inseriti nella disciplina del D.Lgs. 81/08. In particolare, all’Art. 73 comma 5 viene stabilito innanzitutto l’obbligo di formare adeguatamente gli operatori circa il loro utilizzo. Esistono poi adempimenti anche in materia di Dispositivi di Protezione Individuale e di verifica periodica dello stato delle attrezzature. Approfondiamo l’argomento, con particolare attenzione alle PLE.

I corsi di formazione PLE, cosa prevedono le norme

Come accennato, nel D.Lgs. 81/08 (art. 73) si stabilisce per i datori di lavoro l’obbligo di formare i propri dipendenti all’utilizzo in sicurezza delle attrezzature da lavoro. In particolare, i corsi di formazione PLE sono disciplinati dall’Accordo Stato-Regioni del 22 febbraio 2012. Quest’ultimo definisce modalità, durata e contenuti dei corsi di formazione obbligatori. Nel caso delle Piattaforme di Lavoro Elevabili, per gli operatori è previsto un corso della durata di 10 ore, suddivise in 4 ore di parte teorica e 6 ore di parte pratica. Il corso di formazione ha una validità di 5 anni, alla cui scadenza sarà necessario frequentare un corso di aggiornamento PLE della durata di 4 ore. Tale Accordo regola anche ciò che riguarda altre attrezzature, come ad esempio la formazione sui carrelli elevatori o per le gru su autocarro .

Proteggere gli operatori PLE: quali DPI?

In materia di Dispositivi di Protezione Individuale (DPI), il D.Lgs. 81/08 è ancora una volta molto chiaro. Infatti, il Testo prescrive che il datore di lavoro valuti i rischi presenti durante le attività, individui degli idonei DPI e li fornisca ai lavoratori (Art. 77).
Per ciò che riguarda l’utilizzo di Piattaforme di Lavoro Elevabili, è previsto innanzitutto che gli operatori utilizzino un’idonea cintura di sicurezza oltre che un adeguato sistema di protezione dal rischio di cadute dal cestello. Oltre a questi elementi, altri DPI richiesti per le attività lavorative con le PLE sono ad esempio:

  • Elmetto protettivo con sottogola ai sensi EN 397;
  • Guanti di protezione ai sensi EN 388;
  • Calzature per uso professionale ai sensi EN 346.

La sicurezza delle Piattaforme di Lavoro, dalla messa in servizio alla verifica periodica

Come anticipati, gli obblighi non si esauriscono con l’addestramento degli operatori e la loro protezione mediante DPI. Esistono infatti anche altri adempimenti in materia di sicurezza sul lavoro per le società che utilizzano le PLE. Questi obblighi seguono il “ciclo di vita” dell’attrezzatura, dalla sua messa in servizio alla cessazione dell’esercizio, passando per le numerose verifiche periodiche. Questi sono, brevemente, gli obblighi previsti:

  1. Nel momento dell’installazione della PLE, la società deve comunicarlo all’INAIL competente per il territorio;
  2. Dopo un anno dalla messa in servizio, bisognerà richiedere di effettuare la cosiddetta “Prima Verifica”. Tale verifica, ai sensi dell’Art. 71, comma 11 del D.Lgs. 81/08, viene effettuata direttamente da ISPESL. Nel caso in in cui INAIL non provvedesse entro 45 giorni alla verifica, l’azienda è libera di incaricare altri soggetti pubblici o privati abilitati;
  3. Verifica periodica a cadenza annuale ai sensi dell’Allegato VII del D.Lgs. 81/08. Tali verifiche possono essere effettuate, oltre che da ATS/ASL ed ARPA anche da soggetti pubblici o privati abilitati. Nello svolgimento delle verifiche, in caso di PLE dotate di marcatura CE, il datore di lavoro dovrà essere in possesso di almeno uno fra: a) Libretto delle verifiche; b) Verbali di verifiche periodiche precedenti al D.M. 11 aprile 2011; c) Verbale di prima verifica eseguita da INAIL o altro soggetto, dopo l’entrata in vigore del D.M. 11 aprile 2011. I verificatori, a livello di requisiti, devono garantire competenza, indipendenza, imparzialità ed integrità rispetto alle attività di progettazione, consulenza, fabbricazione, installazione, manutenzione, commercializzazione e gestione legate in maniera diretta o indiretta alle attrezzature;
  4. Nel momento della cessazione del servizio, di cessione della proprietà della PLE oppure dello spostamento dell’attrezzatura, si dovrà procedere a comunicarlo all’INAIL territorialmente competente.

Nell’effettuazione della verifica periodica (ma anche della marcatura CE), è importante affidarsi a professionisti che eseguano verifiche e controlli non solo secondo le indicazioni dei fabbricanti delle attrezzature, ma anche delle norme tecniche, buone prassi e linee guide in materia.

S.G.I., attraverso la collaborazione con professionisti qualificati, garantisce alle aziende l’adempimento degli obblighi previsti per le PLE. Presso il nostro Safety Park eroghiamo i corsi di formazione per Piattaforme di Lavoro Elevabili, con specifiche prove pratiche ad hoc. Inoltre, si effettua la verifica periodica delle attrezzature e si procede all’eventuale marcatura CE ai sensi della Direttiva Macchine. Per ulteriori informazioni, contattateci all’indirizzo info@sistemigestioneintegrata.eu 

Rispondi