Obbligo di Diagnosi Energetica: chi sono le Imprese Energivore

Analizziamo le caratteristiche di assoggettabilità al D.Lgs. 102/2014, che impone il termine del 5 dicembre per la Diagnosi Energetica
4 Set 2015

Obbligo di Diagnosi Energetica: chi sono le Imprese Energivore?

In un precedente articolo, abbiamo affrontato l’introduzione dell’obbligo di diagnosi energetica per le cosiddette imprese “Energivore” e le Grandi Imprese. Oggi vogliamo tornare brevemente sull’argomento, visto anche l’approssimarsi della scadenza improrogabile del 5 dicembre 2015, ricordando quali sono i requisiti che fanno di un’azienda una Grande Impresa o un’Impresa Energivora secondo il D.Lgs. 102/2014.

Nel testo del Decreto, vengono delineati i tratti che caratterizzano le imprese assoggettate ai nuovi adempimenti:

  • Per Grande Impresa viene intesa quella che, nel biennio 2013/2014 ha
    • occupato più di 250 persone o
    • superato i 50 milioni di Euro di fatturato annuo o
    • superato i 43 milioni di Euro di bilancio annuo

 

  • Per Impresa Energivora, invece, viene considerata l’impresa che, nell’annualità di riferimento e a prescindere dalla propria dimensione, abbiano riscontrato entrambe le seguenti condizioni:
    • utilizzo per lo svolgimento della propria attività di almeno 2.400.000 kWh di energia elettrica.
    • un rapporto tra la “spesa standard” per l’acquisto dell’energia elettrica utilizzata per lo
      svolgimento della propria attività e il valore del fatturato, come
      indicato nella dichiarazione IVA 2014, non inferiore al 2%.

Per chi volesse approfondire, il testo integrale del Decreto 102 è consultabile direttamente sul sito della Gazzetta ufficiale al seguente link.

Per chiedere invece chiarimenti in merito ai nostri tecnici specializzati in materia, è possibile inviare una mail all’indirizzo ambiente@sistemigestioneintegrata.eu

Rispondi