Nuove disposizioni in materia di tirocini – obblighi salute e sicurezza – Nota INL

La legge di Bilancio 2022 introduce importanti novità in materia di tirocini extra curriculari. A riguardo è intervenuto l’Ispettorato Nazionale del Lavoro con la nota prot. 530 del 21 marzo 2022, chiarendo in particolare quali disposizioni possono considerarsi immediatamente applicabili.

Le disposizioni introdotte dalla Legge , vigenti a partire dal 1° gennaio 2022, sono:

Indennità di partecipazione: al tirocinante deve essere riconosciuta una congrua indennità. La mancata corresponsione comporta, a carico del trasgressore, una sanzione amministrativa variabile da un minimo di 1.000 euro a un massimo di 6.000 euro;

ricorso fraudolento al tirocinio: comporta l’applicazione dell’ammenda, a carico del soggetto ospitante, di 50 euro per ciascun tirocinante coinvolto e per ciascun giorno di tirocinio, ferma restando la possibilità, su domanda del tirocinante, di riconoscere la sussistenza di un rapporto di lavoro subordinato a partire dalla pronuncia giudiziale;

comunicazione al Centro per l’impiego dell’avvio del tirocinio (con modello UNILAV)

obblighi in materia di salute e sicurezza: il soggetto ospitante è tenuto, nei confronti dei tirocinanti, a propria cura e spese, al rispetto integrale delle disposizioni in materia di salute e sicurezza. Sono pertanto applicate al tirocinante le stesse tutele previste in favore del personale dipendente.

Sicurezza sul lavoro per stagisti e tirocinanti

Il datore di lavoro deve osservare gli obblighi prescritti dal D.Lgs. 81/2008, in materia di salute e sicurezza, anche nei confronti degli stagisti e tirocinanti. Questo è quanto ribadito dalla Corte di Cassazione con la sentenza n. 7093 del 03.03.2022. La Cassazione, ricalcando quanto indicato dall’art. 2 del DLgs 81/08, equipara al lavoratore subordinato chiunque svolga attività nell’ambito dell’organizzazione aziendale, con o senza retribuzione, anche al solo fine di apprendere un mestiere.

Fra gli altri obblighi che il datore di lavoro deve osservare rientra anche quello di visita medica, se prevista dal protocollo sanitario aziendale, in relazione alla mansione specifica.

— Ti piacciono
i nostri contenuti?

Non perderti nessuna novità con la newsletter SGI