News

8 Ott 2019

RIFIUTI ILLEGALI: A RISCHIO LA NOSTRA SALUTE

Una vicenda che ripropone, in tutta la sua drammaticità, la speculazione in materia di gestione illegale dei rifiuti, con conseguente distruzione dell’ambiente.

Le indagini, dirette dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Milano, sono la prosecuzione dell’Operazione “Fire Starter” che nell’ottobre del 2018 ha portato all’arresto di sei persone ritenute legate al rogo del capannone di Corteolona (Pavia).

Individuata e smascherata un’organizzazione criminale, la quale, attraverso una struttura composta da impianti autorizzati e complici, trasportatori compiacenti, società fittizie intestate a prestanome e documentazione falsa, gestivano un ingente traffico di rifiuti urbani ed industriali provenienti da impianti campani e finivano in capannoni abbandonati del Nord Italia o interrati in Calabria.

Siamo da sempre sostenitori di una cultura verso la sostenibilità ambientale, sempre al fianco delle aziende per garantire il corretto smaltimento dei rifiuti industriali nel rispetto e tutela dell’ambiente. Iscritti all’albo dei Gestori Ambientali, operiamo come intermediari per i servizi di smaltimento e/o recupero di rifiuti di qualsiasi tipologia.

La normativa detta regole precise sulla gestione e lo smaltimento dei rifiuti industriali e non. Ciò nonostante ogni anno ingenti quantità di rifiuti vengono illegalmente riversate nelle campagne o incendiate in roghi incontrollati, con conseguenze importanti sull’inquinamento dell’aria, la contaminazione del suolo circostante e, più in generale, sulla salute della popolazione.

Tutti gli imprenditori devono prestare una costante attenzione, scegliere interlocutori e intermediari qualificati, molto spesso smaltimento ad un prezzo basso, non adeguato, può nascondere illeciti e gravi conseguenze per l’azienda, per l’ambiente, ma in generale per noi tutti, per la salute nostra e delle generazioni future.

Il mondo si smuove, è iniziata oggi la protesta mondiale contro i cambiamenti climatici del movimento internazionale nato in Gran Bretagna, Extinction Rebellion.

E’ l’inizio di due lunghe settimane di manifestazioni in tutto il mondo, il movimento chiede che i governi dichiarino un’emergenza climatica ed ecologica e prendano provvedimenti immediati per affrontare il problema.

Rispondi