MUD 2023: nuovo modello e scadenza prorogata a luglio

Pubblicato il Decreto che aggiorna la modulistica del MUD2023 e proroga la scadenza del termine, per adempiere agli obblighi previsti, all’8 luglio 2023

Pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri recante l’approvazione del Modello Unico di Dichiarazione ambientale per l’anno 2023, che sarà utilizzato per le dichiarazioni riferite all’anno 2022.

La scadenza per la presentazione del MUD è fissata per l’8 luglio 2023

Di seguito il Decreto sopracitato e gli allegati di riferimento.

Unioncamere provvederà a pubblicare, progressivamente e a cominciare già da lunedì 13 marzo, i prodotti informatici e i portali per la compilazione e presentazione del MUD 2023, ed in particolare:  

  • portaIe telematico per Ia trasmissione deIIe Comunicazioni Rifiuti, Rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche, Veicoli fuori uso, ImbaIIaggi;
  • portaIe telematico per Ia compilazione e trasmissione deIIa Comunicazione rifiuti urbani e raccoIti in convenzione;
  • portaIe teIematico per Ia compiIazione e trasmissione deIIa Comunicazione produttori di apparecchiature elettriche ed elettroniche;
  • portale telematico per Ia compiIazione deIIa Comunicazione semplificata.

Inoltre Unioncamere metterà a disposizione:

  • il prodotto informatico per Ia compilazione deIIe Comunicazioni Rifiuti, ImbaIIaggi, VeicoIi fuori uso, Rifiuti da apparecchiature eIettriche ed elettroniche, che sarà reso disponibile tramite la sezione MUD del portale EcoCamere e tramite il sito del MUD Telematico;
  • il prodotto informatico per iI controIIo formaIe deIIe dichiarazioni trasmesse dai soggetti che utilizzano prodotti software diversi da queIIo predisposto da Unioncamere.

Che cosa è la dichiarazione MUD?

Il MUD è il modello unico di dichiarazione ambientale per la denuncia di rifiuti prodotti e/o gestiti dalle attività economiche, i rifiuti raccolti dai Comuni e quelli smaltiti, avviati al recupero, trasportati o intermediati nel corso dell’anno precedente.

Con il Modello Unico di Dichiarazione ambientale si realizza la comunicazione annuale al Catasto dei rifiuti, disciplinata dall’articolo 189 del D.Lgs. 152/2006.

Quali sono i soggetti obbligati alla presentazione del MUD?

I soggetti obbligati alla presentazione della denuncia sono:

  • imprese e gli enti produttori di rifiuti pericolosi;
  • i produttori iniziali che effettuano anche operazioni di raccolta e trasporto in conto proprio dei propri rifiuti pericolosi fino a 30 kg o 30 litri al giorno (in quanto trasportatori);
  • le imprese e gli enti produttori iniziali di rifiuti non pericolosi, derivanti da lavorazioni
    – industriali
    – artigianali
    – recupero e smaltimento di rifiuti
    – trattamento / depurazione delle acque
    – abbattimento di fumi
    • con più di 10 dipendenti
  • impianti di recupero e smaltimento rifiuti
  • chiunque effettua a titolo professionale attività di raccolta e trasporto di rifiuti;
  • intermediari e commercianti rifiuti senza detenzione;
  • comuni o loro Unioni e/o Consorzi e Comunità Montane;
  • produttori di apparecchiature elettriche ed elettroniche iscritti al Registro nazionale e Sistemi Collettivi di Finanziamento;
  • consorzi di gestione imballaggi;
  • soggetti che effettuano le attività di trattamento dei veicoli fuori uso e dei relativi componenti e materiali.

Sanzioni per la mancata compilazione del MUD rifiuti

Sono previste sanzioni per la presentazione tardiva del MUD oppure in caso di mancata presentazione:

  • la presentazione effettuata oltre il termine previsto dalla normativa, ma entro 60 giorni dalla scadenza comporta una sanzione da € 26,00 a € 160,00.
  • La presentazione successiva ai 60 giorni dalla scadenza, l’omessa dichiarazione e la dichiarazione incompleta o inesatta comportano una sanzione amministrativa pecuniaria da € 2.600,00 ad € 15.500,00.

Fonte: Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica

S e r v i z i o S G I – C o m p i l a z i o n e M U D 2 0 2 2

Ti piacciono i nostri contenuti?

Non perderti nessuna novità con la newsletter SGI | Sistemi Gestione Integrata

Appuntamento mensile dedicato agli aggiornamenti normativi e adempimenti in materia di salute, sicurezza sul lavoro, ambiente, sistemi di gestione e privacy. Uno strumento utile per essere sempre aggiornati, conoscere le nostre attività formative ed eventi e condividere le informazioni con i collaboratori.

Iscriviti alla newsletter SGI - sicurezza sul lavoro