News

Inquinamento indoor, i rischi per la salute dei lavoratori
22 Ott 2018

Inquinamento indoor: problematica importante per la salute nei luoghi di lavoro

//
Commenti0

L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha individuato nell’inquinamento indoor uno dei principali rischi per la salute umana. Questo perché in media, ognuno di noi passa circa l’80%-90% del proprio tempo all’interno di edifici, siano essi luoghi di lavoro o residenziali. L’analisi ed il monitoraggio della qualità dell’aria interna, pertanto, è estremamente importante per tutelare non solo la salute dei lavoratori, ma anche la nostra. Approfondiamo l’argomento per capire quali sono le principali fonti di inquinamento indoor e come limitarne gli effetti.

Cos’è l’inquinamento indoor e quali sono le sue principali cause

Per attività indoor si intendono “attività che vengono svolte in un ambiente confinato sia industriale e adibito al lavoro che destinato a dimora, svago e trasporto”. Ne deriva dunque che praticamente qualsiasi edificio (capannoni, case, cinema, palestre, ma anche mezzi di trasporto come bus o treni) possono essere soggetti ad inquinamento indoor.
La definizione di inquinamento indoor è stata data dal Ministero dell’Ambiente nel 1991, che inquadra il problema come “la presenza nell’aria di ambienti confinati di contaminanti fisici, chimici e biologici non presenti naturalmente nell’aria esterna di sistemi ecologici di elevata qualità”.

L’aria degli ambienti interni può essere contaminata sia da sostanze già presenti nei locali, sia da sostanze trasportate dall’esterno. Tali sostanze possono presentarsi in uno dei diversi stati di aggregazione (solido, liquido, gassoso). Rispetto alla composizione dell’atmosfera esterna, negli ambienti indoor cambiano quantità e tipi di inquinanti. Le principali fonti di contaminanti indoor sono ad esempio:

  • Materiali da costruzione;
  • Impianti di riscaldamento, condizionamento o cottura dei cibi;
  • Arredi;
  • Rivestimenti (pitture murali, vernici, pavimenti)
  • Prodotti per la manutenzione e la pulizia (detersivi, insetticidi, etc.)
  • Utilizzo degli spazi e tipologia di attività svolta nell’ambiente;
  • Presenza di allergeni di vario tipo;
  • Presenza di muffe e microorganismi;
  • Emissione di COV (Composti Organici Volatili);
  • Ventilazione inadeguata.

I luoghi di lavoro sono regolati da specifica normativa, in particolare dall’Allegato IV del D.Lgs. 81/08 che prevede il rispetto di determinati requisiti. I limiti di inquinamento indoor nei luoghi di lavoro sono definiti a livello governativo come limiti (TLV) concepiti per soggetti sane che operano 8 giorni per 40 ore alla settimana per tutta la vita.

I possibili effetti dell’inquinamento indoor sulla salute

L’inquinamento indoor può avere diversi tipi di effetto sulla salute umana. Innanzitutto esistono delle malattie che sono strettamente legate agli edifici, come ad esempio la Sindrome da Edificio Malato (SBS). Questa sindrome è principalmente dovuta a fattori fisici, chimici e biologici e si caratterizza per sintomi quali ad esempio mal di testa, sonnolenza, esaurimento fisico , irritazione di occhi, naso, gola e nausea.
I rimedi per questo tipo di sindrome sono prevalentemente di carattere preventivo e possono comprendere: pulizia e controllo programmato dei sistemi di ventilazione, visite mediche periodiche, verifica della qualità dell’aria e dell’entità dei fattori di rischio ambientale e diluizione con aria esterna.

Più genericamente, gli effetti dell’inquinamento indoor sulla salute umana possono riguardare:

  • apparato respiratorio, favorendo asma, bronchiti, malattie respiratorie, legionellosi, etc.;
  • cute e mucose, maggiormente soggette ad irritazioni, dermatiti, sensibilizzazione;
  • sistema nervoso (cefalee, sonnolenza, vertigini);
  • sistema immunologico, con reazioni allergiche o febbre da umidificatori.

Alla luce di quanto detto finora, appare quindi fondamentale valutare attentamente la qualità dell’aria nei luoghi di lavoro, non solo per rispettare i dettami normativi ma anche per tutelare la salute propria e dei lavoratori.
In questo campo, lo staff di S.G.I. Srl supporta le aziende clienti per tutto ciò che riguarda il campionamento e l’analisi dei prelievi necessari ad individuare la presenza di eventuali inquinanti di natura interna o esterna al luogo di lavoro e nell’implementazione delle misure di prevenzione e protezione utili alla riduzione dei rischi derivanti dall’inquinamento indoor. per ulteriori informazioni, il nostro ufficio sicurezza è a vostra disposizione all’indirizzo info@sistemigestioneintegrata.eu

 

 

Rispondi

Il nostro sito usa cookie per poterti offrire una migliore esperienza di navigazione. I cookie ci permettono di conteggiare le visite in modo anonimo e non ci consentono in alcun modo di identificarti direttamente. Approfondisci cliccando Maggiori Informazioni e leggi come rifiutare tutti o alcuni cookie. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi