News

6 Lug 2020

INAIL: SORVEGLIANZA SANITARIA ECCEZIONALE PER LAVORATORI “FRAGILI”

Inail mette a disposizione delle imprese non tenute alla nomina del Medico Competente un’applicazione per richiedere la sorveglianza sanitaria eccezionale per i lavoratori inquadrabili come “fragili”, così come previsto dall’articolo 83 del Decreto Rilancio (D.L. 34 del 19 maggio 2020).

Rientrano in tale definizione tutti quei lavoratori che, per condizioni derivanti da immunodeficienze da malattie croniche, patologie oncologiche con immunodepressione anche correlata a terapie salvavita in corso o da co-morbilità, valutate anche in relazione all’età, ritengano di rientrare in tale condizione di fragilità.

Il nuovo servizio di “Sorveglianza Sanitaria Eccezionale” consentirà ai datori di lavoro interessati e ai loro delegati di inoltrare telematicamente dal 1° luglio la richiesta di visita medica per sorveglianza sanitaria alla struttura Inail territorialmente competente, individuata in base al domicilio del lavoratore.

L’applicazione costituisce l’unico strumento consentito per l’invio delle richieste di visita medica dei lavoratori maggiormente esposti al rischio di contagio. Eventuali richieste già inoltrate prima di tale data, dovranno essere riformulate attraverso l’inserimento dei dati nell’applicazione dedicata.

Collegamento al sito INAIL per la richiesta “Sorveglianza sanitaria eccezionale”

Una volta inoltrata la richiesta dal datore di lavoro o da un suo delegato, viene individuato il medico della sede territoriale più vicina al domicilio del lavoratore. All’esito della visita medica è espresso un parere conclusivo riferito esclusivamente alla possibilità per il lavoratore di riprendere l’attività lavorativa in presenza, nonché alle eventuali misure preventive aggiuntive o alle modalità organizzative atte a garantire il contenimento del contagio.

Successivamente all’invio del parere conclusivo, il datore di lavoro riceve una comunicazione con l’avviso di emissione della relativa fattura in esenzione da iva per il pagamento della prestazione effettuata. In attesa dell’emanazione di un decreto interministeriale per la definizione della tariffa, l’Inail ha stabilito in via provvisoria l’importo di € 50,85.

Si ribadisce che tale procedura opzionale riguarda esclusivamente le aziende che non abbiano già provveduto alla nomina del Medico Competente.