News

22 Mar 2019

Formazione lavoratori e segnaletica stradale, le novità del D.M. 22 gennaio 2019

Il 15 marzo 2019 è entrato ufficialmente in vigore il D.M. 22 gennaio 2019, relativo all’individuazione delle procedure di revisione, integrazione e apposizione della segnaletica stradale destinata alle attività lavorative che si svolgono in presenza di traffico veicolare. Questa norma, pubblicata in Gazzetta Ufficiale il 13 febbraio, presenta diverse novità rispetto alla precedente normativa, in particolare per quanto concerne la formazione dei lavoratori.

I contenuti dell’Allegato II sulla formazione in materia di segnaletica stradale

L’Allegato II del D.M. 22 gennaio 2019 contiene tutte le informazioni relative ai corsi di formazione obbligatoria. In particolare, questo allegato indica destinatari dei corsi, soggetti formatori, schema dei corsi, metodologie didattiche ed indicazione per la valutazione e verifica dell’apprendimento.

Il primo elemento di novità riguarda i destinatari dei corsi. Con il nuovo Decreto, i corsi di formazione sono infatti diretti a lavoratori e preposti adibiti alle attività connesse alla segnaletica, che devono seguire dei percorsi di formazione differenziati. Di seguito, si riportano durata e contenuti e la durata di entrambi i percorsi formativi:

  • Formazione dei Lavoratori – Durata totale: 8 ore
    • Modulo giuridico-normativo (1 ora);
    • Modulo tecnico (3 ore);
    • Modulo pratico, concernente le categorie di strade nonché le attività di emergenza (4 ore).
  • Formazione dei Preposti – Durata totale: 12 ore
    • Modulo giuridico-normativo (3 ore);
    • Modulo tecnico (5 ore);
    • Modulo pratico sulla comunicazione e sulla simulazione dell’addestramento concernente le categorie di strade nonché le attività di emergenza (4 ore).

Per quanto riguarda l’aggiornamento della formazione sulla segnaletica stradale, il D.M. prevede il raggiungimento di un monte ore di almeno 6 ore nell’arco del quinquennio successivo al completamento dei corsi base di cui sopra.

Novità anche per la composizione delle squadre di intervento stradale

Una delle maggiori novità rispetto al precedente D.M. 4 marzo 2013 riguarda anche la composizione delle squadre di intervento stradale. Se nella precedente normativa, infatti, era richiesto che la squadra fosse composta in maggioranza da personale che avesse completato il percorso formativo, con il nuovo D.M. questo criterio viene notevolmente allargato. Infatti, ora viene richiesto che la squadra sia composta in maggioranza da operatori con esperienza nella categoria di strada interessata dagli interventi e e che comunque tutti gli operatori coinvolti abbiano completato i corsi di formazione previsti.

In quanto Ente formativo accreditato presso la Regione Lombardia, S.G.I. eroga corsi di formazione ai sensi del D.Lgs. 81/08 e degli Accordi Stato-Regioni. Tra i corsi di formazione proposti, anche quelli per lavoratori e preposti ai lavori stradali. Per ulteriori informazioni, il nostro staff è a disposizione all’indirizzo info@sistemigestioneintegrata.eu

Rispondi