News

19 Lug 2021

DURC di congruità: obbligo per cantieri pubblici e privati

Il Ministro del Lavoro Orlando ha firmato lo scorso 24 giugno il decreto che definisce un sistema di verifica della congruità dell’incidenza della manodopera impiegata nella realizzazione di lavori edili, come previsto dall’Accordo collettivo del 10 settembre 2020 con le organizzazioni del settore.

Il sistema verificherà la congruità dei costi della manodopera, eseguiti  in appalto o subappalto, ovvero da lavoratori autonomi e produrrà una attestazione con effetto sull’emissione del DURC.

La verifica della congruità si applica nell’ambito dei:
lavori pubblici;
lavori privati il cui valore sia pari o superiore a 70.000 euro.

Il decreto punta a combattere il fenomeno del lavoro nero in edilizia cercando di disciplinare un uso più regolare delle maestranze soprattutto in relazione alla Sicurezza sul lavoro e a far sì che i lavoratori nei cantieri siano effettivamente in numero proporzionato all’incarico affidato all’impresa.

Chi rilascia il DURC di congruità è da chi è richiesto?

L’attestazione è rilasciata, entro 10 giorni dalla richiesta, dalla Cassa Edile/Edilcassa territorialmente competente, su istanza dell’impresa affidataria o del soggetto da essa delegato oppure del committente.

Per i lavori pubblici, la congruità è richiesta dal committente o dall’impresa affidataria in occasione della presentazione dell’ultimo stato di avanzamento dei lavori. Per i lavori privati, deve essere dimostrata prima del saldo finale da parte del committente.

Cosa accade se non è riscontrata la congruità?

È previsto un meccanismo di regolarizzazione: la Cassa Edile/Edilcassa invita l’impresa a regolarizzare la propria posizione entro il termine di 15 giorni, attraverso il versamento in Cassa Edile/Edilcassa dell’importo corrispondente alla differenza di costo del lavoro necessaria per raggiungere la percentuale stabilita per la congruità.
In mancanza di regolarizzazione, l’esito negativo della verifica di congruità riferita alla singola opera, pubblica o privata, incide, dalla data di emissione, sulle successive verifiche di regolarità contributiva finalizzate al rilascio del DURC online per l’impresa affidataria.

Al momento restano attive le disposizioni vigenti sul DURC online. Le disposizioni contenute nel decreto si applicano ai lavori edili per i quali la denuncia di inizio lavori sia effettuata alla Cassa Edile/Edilcassa territorialmente competente dal 1° novembre 2021.

Fonte: Governo

Gestione cantieri