Covid-19: cosa cambia dal 1° maggio 2022

Firmata nella giornata di ieri, dal Ministro della Salute, l’ordinanza che fornisce indicazioni relativamente all’utilizzo delle mascherine di protezione delle vie respiratorie e dei viaggi all’estero.

Mascherine

Fino al 15 giugno 2022, sarà obbligatorio indossare la mascherina Ffp2:

  • su tutti i mezzi di trasporto pubblico locale e a lunga percorrenza;
  • per partecipare agli spettacoli e agli eventi sportivi al chiuso;
  • nei cinema, teatri, sale da concerto e palazzetti dello sport al chiuso.

Queste le disposizioni contenute nell’ordinanza “ponte” del Ministro Speranza in vigore dal 1° Maggio 2022 e comunque non oltre il 15 giugno 2022, in attesa della Legge di conversione del D.L. 24/2022.

Nel documento non c’è riferimento al lavoro, dove sono ancora validi i protocolli tra aziende e sindacati. Si specifica che «è comunque raccomandato di indossare dispositivi di protezione delle vie respiratorie in tutti i luoghi al chiuso pubblici o aperti al pubblico».

Fino al 15 giugno rimane l’obbligo di mascherina nelle strutture sanitarie e socio-sanitarie, negli ospedali, residenze sanitarie, hospice e strutture riabilitative.

Per negozi, supermercati, ristoranti, bar, stadi e spettacoli all’aperto, non viene fatto riferimento. La mascherina in questi casi dunque, non è obbligatoria ma resta la raccomandazione ad utilizzarla. A scuola, al contrario, la mascherina resta obbligatoria fino alla fine dell’anno scolastico per gli studenti dai 6 anni in su.

Luoghi di lavoro e mascherine

Nei luoghi di lavoro privati rimangono validi i protocolli tra aziende e sindacati.
Il protocollo anti-Covid sottoscritto ad aprile 2020 e rinnovato un anno fa, prevede l’obbligo di mascherina.
Aziende e sindacati si riuniranno il 4 maggio per valutare se prorogare o modificare le attuali misure che restano in vigore fino a quella data (4° maggio). Alle aziende, è lasciata la possibilità di passare dalla raccomandazione all’obbligo di mascherina.

Stop al Passenger Locator Form

Il ministro della Salute Speranza ha firmato l’ordinanza sui viaggi esteri in cui la novità riguarda il Passenger locator form (Plf) che dal 1° maggio non sarà più necessario.

________________________________________________________________________________________________________________

Un rapido riepilogo degli obblighi sanciti anche dal Decreto Legge 24 marzo 2022, n. 24:

Stop obbligo di presentazione Green pass

Dal 1° maggio non sarà più necessario il green pass per accedere a palestre e piscine al chiuso, partecipare a feste e cerimonie, convegni e congressi, entrare in discoteche e sale da gioco, andare al cinema e a teatro.

Dal 1° maggio decade anche l’obbligo di green pass base per accedere al luogo di lavoro, consumare in bar e ristoranti al chiuso, salire su aerei, treni, traghetti e pullman intra-regionali, partecipare a concorsi pubblici, accedere alle mense, andare allo stadio e assistere a spettacoli teatrali e concerti all’aperto.
Il Green Pass base continuerà a essere necessario per i viaggi all’estero.

L’unica eccezione sono le visite in ospedale e Rsa, dove sarà necessario esibire il super green pass fino al 31 dicembre.

Obbligo vaccinale per gli over 50

L’obbligo vaccinale per insegnanti e personale scolastico, forze dell’ordine e in generale tutti i cittadini dai 50 anni in su (pena multa di 100 euro) resterà in vigore fino al 15 giugno. Anche per queste categorie cessa ad ogni modo dal 1° maggio l’obbligo di green pass base (in vigore fino al 30 aprile) per lavorare. Il vaccino continuerà a essere obbligatorio fino al 31 dicembre soltanto per i medici, infermieri, personale sanitario e delle Rsa. E solo per loro la vaccinazione costituirà fino ad allora requisito essenziale per lo svolgimento delle attività lavorative.

Smart working e sorveglianza sanitaria eccezionale

Fino al 30 giugno è possibile proseguire con la procedura semplificata per lo smart working, cioè senza l’accordo individuale tra datore di lavoro e lavoratore.
Prorogate anch’esse fino al 30 giugno le misure di sorveglianza sanitaria eccezionale dei lavoratori maggiormente esposti al rischio di contagio da Covid19.

Linee guida attività economiche e sociali

Linee guida aggiornate e in vigore dal 1° aprile 2022 fino al 31 dicembre 2022, fatte salve le specifiche disposizioni di legge vigenti in materia.

Quarantena e isolamento

Le regole per quarantena e isolamento rimangono invariate:
• E’ fatto divieto di mobilità dalla propria abitazione o dimora alle persone sottoposte alla misura dell’isolamento per provvedimento dell’autorità sanitaria in quanto risultate positive al SARS-CoV-2, fino all’accertamento della guarigione.
• Coloro che hanno avuto contatti stretti con soggetti confermati positivi al SARS-CoV-2 è applicato il regime dell’autosorveglianza, consistente nell’obbligo di indossare dispositivi di protezione delle vie respiratorie di tipo FFP2, al chiuso o in presenza di assembramenti fino al decimo giorno successivo alla data dell’ultimo contatto stretto con soggetti confermati positivi al SARS-CoV-2 e di effettuare un test antigenico rapido o molecolare per la rilevazione di SARS-CoV-2, anche presso centri privati a ciò abilitati, alla prima comparsa dei sintomi e, se ancora sintomatici, al quinto giorno successivo alla data dell’ultimo contatto.

Fonte Governo e Ministero della Salute

— Ti piacciono
i nostri contenuti?

Non perderti nessuna novità con la newsletter SGI