News

7 Apr 2020

CORONAVIRUS: QUANTO TEMPO RESISTE SU RIFIUTI E MATERIALI?

Un recente studio americano ha analizzato i tempi di sopravvivenza del Coronavirus sui più diffusi materiali domestici, mettendo in evidenza come questi materiali possano diventare vettori del virus.

Dai risultati, emerge come rame e cartone siano i materiali più sicuri; più rischioso è invece maneggiare oggetti e rifiuti in acciaio e, soprattutto, plastica che siano venuti in contatto con persone affette da Coronavirus.

Rame: Capacità di trasmissione dimezzata in meno di 2 ore dal contatto; abbattimento totale della capacità di trasmissione in 4 ore dal contatto.

Cartone: Capacità di trasmissione dimezzata in 5 ore abbondanti dal contatto; abbattimento totale della capacità di trasmissione in 24 ore dal contatto.

Acciaio: Capacità di trasmissione dimezzata in 6 ore dal contatto; abbattimento totale della capacità di trasmissione in 48 ore dal contatto.

Plastica: Capacità di trasmissione dimezzata in 7 ore dal contatto; abbattimento totale della capacità di trasmissione in 72 ore dal contatto.

Questa ricerca deve indurci a riflettere, ai fini del contenimento del contagio, anche sulla necessità di condurre una più attenta e scrupolosa gestione dei rifiuti. Questi dati confermano l’importanza di misure preventive quali la frequente detersione e disinfezione di oggetti e i materiali di uso quotidiano, soprattutto se esposti all’azione o al passaggio di altre persone, allo stesso modo dobbiamo rendere inoffensivi i nostri rifiuti per ridurre al minimo le probabilità di contagio nei confronti degli operatori cui sono destinati.

Le regole per raccogliere e smaltire i rifiuti domestici in sicurezza