News

17 Mar 2020

Coronavirus: Come gestire i rifiuti senza rischi

L’Istituto Superiore di Sanità spiega le procedure da seguire nello smaltimento dei rifiuti in questi giorni di emergenza legata al Coronavirus.

L’Istituto Superiore di Sanità ha così diffuso un vademecum che spiega come procedere dividendo la popolazione in due grandi categorie: persone positive o in quarantena obbligatoria e persone con tampone negativo o nessun sospetto di positività.

Manifesto a cura dell’Istituto Superiore di Sanità

Per il primo gruppo di soggetti la raccolta differenziata viene sospesa.

Nello specifico le indicazioni dell’ISS sono queste:

  • Non differenziare più i rifiuti di casa tua.
  • Utilizzare due o tre sacchetti possibilmente resistenti (uno dentro l’altro) all’interno del contenitore utilizzato per la raccolta indifferenziata, se possibile a pedale.
  • Tutti i rifiuti (plastica, vetro, carta, umido, metallo e indifferenziata) vanno gettati nello stesso contenitore utilizzato per la raccolta indifferenziata.
  • Anche i fazzoletti o i rotoli di carta, le mascherine, i guanti, e i teli monouso vanno gettati nello stesso contenitore per la raccolta indifferenziata.
  • Indossare guanti monouso, chiudere bene i sacchetti senza schiacciarli con le mani utilizzando dei lacci di chiusura o nastro adesivo.
  • Una volta chiusi i sacchetti, i guanti usati vanno gettati nei nuovi sacchetti preparati per la raccolta indifferenziata (due o tre sacchetti possibilmente resistenti, uno dentro l’altro). Subito dopo lavarsi le mani.
  • Smaltire i rifiuti ogni giorno.
  • Gli animali da compagnia non devono accedere nel locale in cui sono presenti i sacchetti di rifiuti.

Chi invece non è positivo al test o non è in quarantena

  • Continua a fare la raccolta differenziata come fatto finora.
  • Usare fazzoletti di carta se raffreddati e buttarli nella raccolta indifferenziata.
  • Se sono stati usati mascherine e guanti, gettarli nella raccolta indifferenziata.
  • Per i rifiuti indifferenziati utilizzare due o tre sacchetti possibilmente resistenti (uno dentro l’altro) all’interno del contenitore che si utilizza abitualmente.
  • Chiudere bene il sacchetto.
  • Smaltire i rifiuti come sacchetto di indifferenziata.