Bando ISI 2023: fondi per la salute e sicurezza sul lavoro

Pubblicato in Gazzetta Ufficiale l’avviso pubblico per il bando ISI 2023. Inail mette a disposizione circa 500 milioni di euro per la realizzazione di progetti per migliorare le condizioni di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro

Il bando ISI ha l’obiettivo di incentivare le imprese a realizzare progetti migliorativi delle condizioni di salute e di sicurezza dei lavoratori rispetto alle condizioni preesistenti. Inoltre, si intende incoraggiare le micro e piccole imprese, operanti nel settore della produzione primaria dei prodotti agricoli, all’acquisto di nuovi macchinari e attrezzature di lavoro caratterizzati da soluzioni innovative per abbattere in misura significativa le emissioni inquinanti, migliorare il rendimento e la sostenibilità globali e, in concomitanza, conseguire la riduzione del livello di rumorosità o del rischio infortunistico o di quello derivante dallo svolgimento di operazioni manuali.

Chi sono i destinatari del Bando Isi?

L’iniziativa è rivolta:

  • alle imprese, anche individuali, ubicate in ciascun territorio regionale/provinciale e iscritte alla Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura (CCIAA), secondo le distinzioni di seguito specificate in relazione ai diversi Assi di finanziamento. In particolare, quale intervento sistemico per la sicurezza sul lavoro, l’Asse 1.2 permette di sostenere gli investimenti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale anche alle imprese impegnate nei percorsi per le competenze trasversali e per l’orientamento (ex alternanza scuola lavoro);
  • ​agli enti del terzo settore, di cui al decreto legislativo n. 117/2017, come modificato dal decreto legislativo n. 105/2018, possono accedere all’Asse 1.1 limitatamente all’intervento di tipologia d) per la riduzione del rischio da movimentazione manuale di persone.

Progetti ammessi per il finanziamento

Secondo l’Avviso ISI 2023 sono finanziabili le seguenti tipologie di progetto ricomprese in 5 assi di finanziamento:

  • Asse 1 – Progetti per la riduzione dei rischi tecnopatici (Asse 1.1) e Progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale (Asse 1.2)
  • Asse 2 – Progetti per la riduzione dei rischi infortunistici
  • Asse 3 – Progetti di bonifica da materiali contenenti amianto
  • Asse 4 – Progetti per micro e piccole imprese operanti in specifici settori di attività (di cui all’Allegato 4)
  • Asse 5 – Progetti per micro e piccole imprese operanti nel settore della produzione primaria dei prodotti agricoli

Nuove procedure Bando ISI 2023

Rispetto alle precedenti edizioni, sono state incluse diverse procedure al fine di semplificare gli adempimenti per le imprese. In particolare, si segnalano due rilevanti novità:

  • viene ridotta la portata del meccanismo per il click day: le domande di finanziamento registrate per un determinato Asse e/o Regione in cui le risorse economiche complessivamente stanziate risultino sufficienti a soddisfare tutte le richieste di finanziamento in elenco sono direttamente ammesse alla fase di upload della documentazione a completamento della domanda, senza bisogno di effettuare la selezione attraverso il meccanismo del click day;
  • viene agevolato il raggiungimento del punteggio soglia mediante l’incremento del punteggio assegnato per l’informativa/condivisione dei progetti tra le parti sociali o con il rappresentante dei lavoratori per la sicurezza.

Calendario scadenze

Il calendario con le scadenze della procedura non è ancora stato pubblicato. Le date di apertura e chiusura della procedura saranno comunicate sul portale dell’Inail, nella sezione dedicata all’avviso ISI 2023, entro il 21 febbraio 2024.

Calendario BANDO ISI 2023

Fonte INAIL

Ti piacciono i nostri contenuti?

Non perderti nessuna novità con la newsletter SGI | Sistemi Gestione Integrata

Appuntamento mensile dedicato agli aggiornamenti normativi e adempimenti in materia di salute, sicurezza sul lavoro, ambiente, sistemi di gestione e privacy. Uno strumento utile per essere sempre aggiornati, conoscere le nostre attività formative ed eventi e condividere le informazioni con i collaboratori.

Iscriviti alla newsletter SGI - sicurezza sul lavoro