News

17 Mar 2021

Bando ISI 2020: Incentivi per la salute e sicurezza sul lavoro

Bando ISI 2020 INAIL, dal 1° giugno al 15 luglio 2021, le imprese potranno accedere alla procedura informatica per inserire la domanda di partecipazione e richiedere il finanziamento secondo le risorse finanziarie disponibili.

Dopo aver revocato il precedente bando isi 2019 per dirottare i fondi sulle misure di emergenza contro il COVID19, l’Inail ha pubblicato il calendario con le fasi per accedere al Bando ISI 2020 e mette a disposizione per l’anno corrente 211.226.450 euro in finanziamenti a fondo perduto per la realizzazione di progetti di miglioramento dei livelli di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro. 

Destinatari

Tutte le imprese, anche individuali, ubicate su tutto il territorio nazionale iscritte alla Camera di commercio industria, artigianato ed agricoltura e gli Enti del terzo settore, ad esclusione delle micro e piccole imprese agricole operanti nel settore della produzione primaria dei prodotti agricoli; queste ultime destinatarie dell’iniziativa ISI agricoltura 2019-2020.

Progetti ammessi

Nello specifico, saranno ammessi al contributo le seguenti tipologie di progetto, suddivise in 5 differenti assi di finanziamento, progetti:

  • Di investimento (asse 1);
  • per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale (asse 1);
  • per la riduzione del rischio da movimentazione manuale di carichi (MMC) (asse 2);
  • di bonifica da materiali contenenti amianto (asse 3);
  • micro e piccole imprese operanti in specifici settori di attività (asse 4).

I finanziamenti sono a fondo perduto e vengono assegnati fino ad esaurimento delle risorse finanziarie, secondo l’ordine cronologico di ricezione delle domande. Il contributo viene erogato in conto capitale e varia in base all’asse di finanziamento.
Sono escluse dagli assi 1, 2, 3 e 4 le imprese che hanno già ottenuto il finanziamento ISI negli anni 2016, 2017 o 2018, fatta salva la possibilità di partecipazione laddove il progetto riguardi l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale. Sono inoltre escluse le imprese che hanno chiesto e ricevuto altri finanziamenti pubblici sul progetto oggetto della domanda.

Modalità di richiesta

Le domande devono essere presentate in modalità telematica tramite il sito di INAIL, secondo le seguenti 3 fasi:

1. accesso alla procedura online e compilazione della domanda; a partire dal 1° giugno 2021 (fino alle ore 18 del 15 luglio 2021), sul sito internet di INAIL, nella sezione “accedi ai servizi on-line”, i soggetti registrati avranno a disposizione una procedura informatica che consentirà di effettuare simulazioni, verificare il raggiungimento della soglia di ammissibilità, salvare la domanda inserita ed effettuare la registrazione della propria domanda procedendo all’invio.

Dal 20 luglio 2021 i soggetti che rispondono ai requisiti di ammissibilità e hanno salvato e inviato la domanda, potranno accedere con le proprie credenziali per effettuare il download del “codice identificativo”;

2. invio della domanda online all’interno dello sportello informatico le cui date e orari di apertura e chiusura saranno pubblicati a partire dal 15 luglio 2021;

3. conferma della domanda on line tramite l’invio del modulo di domanda (Modulo A) e della documentazione a suo completamento; a seguito dell’invio delle domande, verranno pubblicati sul sito di INAIL gli elenchi provvisori in ordine cronologico di tutte le domande inoltrate, con evidenza di quelle collocate in posizione utile per l’ammissibilità. Dalla data di pubblicazione degli elenchi, le imprese collocatesi in posizione utile dovranno trasmettere, entro 30 giorni, la documentazione richiesta a completamento della domanda.

Allegati:

FONTE: INAIL