News

30 Ott 2020

AUA POINT – POrtale INTegrato per i dati di autocontrollo aziende non AIA

Come comunicato nella news del 18 Dicembre 2019 Regione Lombardia ha realizzato l’applicativo AUA POINT, per la trasmissione on line alle Autorità competenti dei dati inerenti i controlli delle emissioni e degli scarichi per le attività/gestori di impianti le cui autorizzazioni prevedono l’effettuazione di autocontrolli per emissioni in atmosfera o scarico idrico, con l’esclusione dei soggetti in regime Autorizzazione Integrata Ambientale (AIA) già tenuti alla comunicazione a mezzo dell’applicativo AIDA.

Lo strumento, attivo dal 1° gennaio 2020 in via sperimentale, sarà obbligatorio a partire dal 1° gennaio 2021 per le aziende:

• Dotate di AUA (autorizzazione unica ambientale) per scarichi idrici e/o emissioni in atmosfera o autorizzazioni settoriali (art.269 o art.124 del d.lgs.152/06);

e per le aziende autorizzate:
• alle emissioni in via generale per le attività in deroga (art.272 comma 2 del d.lgs.152/06);
• per impianti alimentati da fonti energetiche rinnovabili (art.12 d.lgs. 387/03) e convenzionali (art 8 d.lgs. 115/08);
• per lo stoccaggio/trattamento di rifiuti (art.208 del d.lgs.152/06).

Sono escluse dall’utilizzo di AUA Point:
• imprese in AIA;
• aziende con inquinamento scarsamente rilevante (art. 272, comma 1 del d.lgs. 152/2006);
attività in deroga (art. 272, comma 2) non soggette a monitoraggio delle emissioni per ragioni di soglie di consumi/materie prime (sottosoglia);
• impianti a ciclo chiuso per la pulizia a secco di tessuti e pellami, escluse le pellicce e le lavanderie a ciclo chiuso;
• attività con scarichi esclusivamente domestici o assimilati, anche nel caso siano recapitati in ambiente.

Quali sono i dati da inserire?

I dati da inserire sono quelli richiesti nel piano di monitoraggio dell’autorizzazione/allegato tecnico e già codificati nell’applicativo, sono:
Scarichi idrici – se l’autorizzazione prevede il monitoraggio periodico allo scarico idrico di tipo industriale (compreso il caso dello scarico misto in cui però sia presente un contributo di scarico industriale) in corpo idrico superficiale o in fognatura. Non è previsto l’inserimento di eventuali dati di monitoraggio relativi a scarichi di acque meteoriche (incluse prime piogge), acque derivanti da pompe di calore, acque derivanti da pozzi di sbarramento in aree oggetto di bonifica, acque domestiche o assimilate alle domestiche, anche nel caso siano recapitate in ambiente.

Emissioni in atmosfera – se il provvedimento autorizzativo prevede il monitoraggio periodico alle emissioni in atmosfera. Nel caso di impianto nuovo i dati relativi alle analisi di messa a regime andranno anch’essi inseriti nell’applicativo specificando nel campo note “Analisi di messa a regime”. La documentazione a corredo della fase di messa a regime dovrà essere conservata in azienda a
disposizione dell’Autorità di controllo.

Piano gestione solventi – se l’autorizzazione prevede la compilazione del Piano Gestione Solventi (ex art. 275 del D.Lgs. 152/2006).

L’iscrizione all’applicativo AUA POINT deve essere eseguita entro il 31/12/2020 attraverso la pagina web: http://www.arpalombardia.it/AUAPOINT

Le comunicazioni devono essere presentate esclusivamente per via telematica.
I dati degli autocontrolli successivi dovranno essere inseriti secondo le scadenze previste nelle autorizzazioni e comunque entro il 1° marzo dell’anno successivo a quello del periodo monitorato.

A decorrere da tale data i dati inseriti verranno convalidati (ovvero “bloccati”, non più modificabili) automaticamente dall’applicativo.

TUTTE LE ANALISI ESEGUITE NEL 2020 DEVONO ESSERE INSERITE ENTRO IL 28/02/2021

SGI fornisce consulenza e assistenza alle aziende, inclusi i campionamenti, le analisi, le valutazioni e la redazione della documentazione necessaria all’inserimento dati nell’applicativo AUA POINT, per l’anno 2020 e successivi.