Agenti cancerogeni o mutageni nei luoghi di lavoro: pubblicata nuova direttiva europea

Pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale dell’Unione europea la direttiva 2022/431 che modifica la direttiva 2004/37/CE sulla protezione dei lavoratori contro i rischi derivanti da un’esposizione ad agenti cancerogeni o mutageni durante il lavoro.

Si prevede il recepimento in Italia della Direttiva entro due anni dalla data della sua entrata in vigore, entro il 5 aprile 2024.

Leggi la direttiva europea 2022/431 del 16 marzo 2022

Le modifiche più significative sono le seguenti:

  • Inserimento delle sostanze tossiche per la riproduzione durante il lavoro nel titolo e nel campo di applicazione della Direttiva Cancerogeni e in diverse voci che si riferivano solo agli agenti chimici e mutageni e che ora ricomprendono anche queste sostanze (ad es “valore limite” e “sorveglianza sanitaria”).
  • Nuove definizioni: sono introdotte le definizioni di sostanza tossica per la riproduzione e sostanza tossica per la riproduzione priva di soglia e con valore soglia.
  • Riscrittura degli obblighi di formazione e informazione;
  • Inserito l’«Articolo 16 bis con la “Identificazione delle sostanze tossiche per la riproduzione prive di soglia e con valore soglia”;
  • Nell’articolo 18 bi sono indicate le scadenze per le revisioni della valutazione di specifiche sostanze pericolose.
  • Nuovi valori limite per le sostanze cancerogene, mutagene e tossiche per la riproduzione, alla luce delle più recenti informazioni tecnico scientifiche disponibili. Si tratta di diverse sostanze fra cui: Benzene, Acrilonitrile, Composti del nichel, Piombo, Mercurio e composti inorganici divalenti del mercurio compresi ossido mercurico e cloruro di mercurio.

— Ti piacciono
i nostri contenuti?

Non perderti nessuna novità con la newsletter SGI