News

5 Ott 2017

Visita fiscale, novità in arrivo per la pubblica amministrazione

//
Commenti0

Novità per ciò che riguarda la visita fiscale nella pubblica amministrazione. Con il messaggio n. 3685/2017, l’INPS approfondisce infatti le nuove procedere di accreditamento al cosiddetto Polo Unico, fornendo anche chiarimenti sulla corretta compilazione dei moduli previsti.
Il Polo Unico è il portale gestito dall’INPS al quale dal 1° settembre sono affidati tutti i controlli sanitari sulla malattia dei dipendenti pubblici e privati. Approfondiamo il contenuto del messaggio INPS sulla visita fiscale, per riassumere il funzionamento dell’accreditamento dei datori di lavoro.

Accreditamento al Polo Unico per la visita fiscale, come funziona

Per poter procedere alle richieste di visita fiscale, è necessario per le aziende accreditarsi presso il Polo Unico. Tale accreditamento può avvenire, sia per enti pubblici che per aziende private, attraverso la compilazione di due modelli distinti:

  • Il modello SC65, che deve essere compilato da parte del datore di lavoro
  • Il modello SC62 per il dipendente. Quest’ultimo necessita di firme sia del dipendente che del legale rappresentante dell’Ente/Azienda. Una volta compilato, il modello deve essere inviato alla sede INPS competente via PEC.

Dopodiché, l’ente previdenziale attiverà un apposito codice PIN che potrà essere utilizzato per la visualizzazione degli stati di malattia e le richieste di visita fiscale.

L’introduzione del Polo Unico dovrebbe semplificare l’iter di controllo e vigilanza sugli stati di malattia dei dipendenti. Al momento il sistema promette di unificare diversi elementi che prima mostravano differenze tra il settore pubblico e quello privato. Fra questi, le categorie di lavoratori interessati, il budget a disposizione e le fasce di reperibilità. Proprio quest’ultimo elemento rappresenta ancora un punto critico per questo nuovo strumento. Infatti, non si è ancora proceduto all’unificazione delle fasce di reperibilità tra i due settori. Pertanto, al momento per il settore pubblico la reperibilità del dipendente è dalle 09 alle 13 e dalle 15 alle 18. Nel settore privato, invece, dalle 10 alle 12 e dalle 17 alle 19.

S.G.I., con il proprio ufficio Medicina del Lavoro, sostiene le aziende nell’adempimento degli obblighi previsti dal D.Lgs. 81/08 in ambito di sorveglianza sanitaria. Collaborando con diversi medici competenti è possibile procedere al conferimento dell’incarico e alla predisposizione dei programmi di sorveglianza. Inoltre, grazie a strumentazione e personale infermieristico interno si erogano prelievi ed esami strumentali (audiometrie, spirometrie, ECG, visiotest, etc.). Tutti i nostri servizi di sorveglianza sanitaria possono essere svolti anche presso le sedi dei clienti. Per ulteriori informazioni e chiarimenti, contattateci all’indirizzo info@sistemigestioneintegrata.eu o medlav@sistemigestioneintegrata.eu

Rispondi

Il nostro sito usa cookie per poterti offrire una migliore esperienza di navigazione. I cookie ci permettono di conteggiare le visite in modo anonimo e non ci consentono in alcun modo di identificarti direttamente. Approfondisci cliccando Maggiori Informazioni e leggi come rifiutare tutti o alcuni cookie. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi