News

19 Giu 2017

Sicurezza palchi per spettacoli: INAIL pubblica un nuovo volume guida

/
Posted By
/
Commenti0

L’estate è il periodo dei grandi eventi e dei concerti all’aperto. Molte volte, però, si tende a dimenticare che dietro alle quinte si nasconde un mondo di lavoro, di cui ci si ricorda solitamente in presenza di incidenti durante lo smontaggio e lo smontaggio delle strutture. Proprio sulla sicurezza dei palchi INAIL ha appena pubblicato una nuova guida (scaricabile qui).
Tra gli argomenti trattati, le norme tecniche, la progettazione, il montaggio/smontaggio ed i requisiti formativi del personale.Analizziamo alcuni punti salienti.

Palchi e sicurezza sul lavoro: cosa succede in Italia

Come spesso accade in altri casi, anche per quanto riguarda i palchi si deve fare riferimento a più normative. Nella fattispecie, i documenti che si riferiscono esplicitamente alla sicurezza dei palchi sono:

  • D.Lgs. 69/2013, che stabilisce che gli spettacoli (musicali, cinematografici o teatrali) e gli eventi fieristici sono da inserire nel campo di applicazione del Titolo IV del D.Lgs. 81/08. Tale Titolo è riferito ai cantieri temporanei e/o mobili;
  • Decreto Interministeriale 22 luglio 2014, che definisce le disposizioni specificamente riferite a spettacoli (musicali, cinematografici o teatrali) e manifestazioni fieristiche;
  • Circolare ministeriale n. 35 del 24 dicembre 2014, contenente le istruzioni operative tecnico-organizzative per l’allestimento e la gestione delle opere temporanee e delle attrezzature da impiegare per produrre e realizzare spettacoli o eventi di cui al D.I. 22 luglio 2014.

Da cosa sono composti i palchi e quali rischi sono i più rilevanti?

Dopo aver preso in rassegna il lato legislativo, il Volume INAIL esplora brevemente anche le diverse tipologie di elementi strutturali possibili. Per definizione, infatti il palco non è un elemento unico bensì il complesso di elementi prefabbricati collegati fra loro, ciascuno destinato ad una particolare funzione.

Tra gli elementi costruttivi, le categorie prefabbricate più comuni sono:

  • Gli elementi Tralicciati;
  • Gli elementi di Ponteggi;
  • Elementi di raccordo e di giunzione;
  • Elementi di movimentazione.

Proprio la modularità insita nel palco rende le attività di montaggio, smontaggio ed allestimento molto rischiose. Tra i principali fattori di rischio, i maggiori sono:

  • La presenza contemporanea nelle aree di lavoro di diverse imprese esecutrici;
  • La necessità di completare i lavori in spazi stretti e in tempi molto brevi;
  • La mutabilità delle condizioni meteorologiche e delle caratteristiche del luogo;
  • Eventuale presenza di lavoratori di diversa nazionalità.

Siccome secondo il già citato D.Lgs. 69/2013 i palchi sono assoggettabili al Titolo IV del D.Lgs. 81/08, anche le figure coinvolte sono quelle ivi individuate. Ciò significa che vengono identificati tra gli altri: committente, progettista, coordinatore per la sicurezza in fase di esecuzione e progettazione.

 

Le analisi e le verifiche necessarie per la sicurezza dei palchi

Al fine di garantirne la sicurezza, è bene sottoporre i palchi ad analisi preventive e verifiche periodiche. Per ciò che riguarda le prime, esse sono di tipo strutturale e di stabilità. Per quanto riguarda invece le verifiche, in generale è possibile individuarne di tre tipologie differenti:

  • Regolare: deve essere eseguita da personale qualificato. I risultati non vengono registrati a meno di diversa indicazione del fabbricante o del progettista;
  • Periodica: eseguita da personale qualificato e con registrazione dei risultati ottenuti;
  • Straordinaria: verifiche effettuate ogni qualvolta intervengono eventi eccezionali che possano avere conseguenze pregiudizievoli per la sicurezza.

Corsi di formazione e sicurezza dei lavoratori

Oltre a tutte le informazioni di cui sopra, il volume INAIL indica anche i corsi di formazione necessari per operare nel settore palchi. Nello specifico, i corsi da frequentare in aggiunta ai corsi di formazione generale e specifica dei lavoratori sono:

  • Corsi di formazione e addestramento sui DPI di 3° Categoria (in particolare i DPI Anticaduta);
  • Corsi di formazione e addestramento all’utilizzo di sistemi di accesso e posizionamento mediante funi;
  • Formazione specifica sulla Gestione delle Emergenze;
  • Formazione ed addestramento per il corretto utilizzo di particolari attrezzature di lavoro.

S.G.I., grazie alla multidisciplinarietà dei suoi servizi riesce a collaborare con le aziende per migliorare il grado di sicurezza sul lavoro. Nella fattispecie, possiamo supportarvi in ogni adempimento relativo al D.Lgs. 81/08, compreso il Titolo IV sui Cantieri temporanei e/o mobili. Inoltre, in quanto Ente di formazione accreditato presso la Regione Lombardia, offriamo una ampia offerta di corsi di formazione per lavoratori ai sensi del Testo Unico sulla Sicurezza e dei successivi Accordi Stato-Regioni in materia.

Per ulteriori chiarimenti ed informazioni, non esitate a contattarci all’indirizzo mail info@sistemigestioneintegrata.eu oppure sicurcant@sistemigestioneintegrata.eu

 

Rispondi

Il nostro sito usa cookie per poterti offrire una migliore esperienza di navigazione. I cookie ci permettono di conteggiare le visite in modo anonimo e non ci consentono in alcun modo di identificarti direttamente. Approfondisci cliccando Maggiori Informazioni e leggi come rifiutare tutti o alcuni cookie. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi