News

7 Mag 2018

Patentino gas tossici, revisione per chi l’ha ottenuto nel 2013

//
Commenti0

Il cosiddetto “patentino gas tossici” è necessario per chiunque intenda effettuare operazioni di custodia, conservazione ed utilizzo di gas tossici. Tale patente, una volta rilasciata, è soggetta ad un rinnovo obbligatorio quinquennale. Il 21 aprile scorso è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Decreto 06 febbraio 2018 che indica la revisione per le patenti rilasciate o revisionate nel periodo 1 gennaio – 31 dicembre 2013. Data questa incombenza, cerchiamo di fare una panoramica su quanto previsto dalla normativa vigente in materia di gas tossici.

I gas tossici nella normativa italiana, le prove per l’abilitazione

La normativa di riferimento per l’utilizzo dei gas tossici è il Regio Decreto numero 147 del 09 gennaio 1927. Questo testo definisce gas tossico come “qualsiasi sostanza tossica, che si trova allo stato gassoso, o che per essere utilizzata deve passare allo stato di gas o di vapore, e che è adoperata in ragione del suo potere tossico e per scopi inerenti al potere tossico stesso”.

Per il rilascio della patente di abilitazione, è necessario il superamento di esami ed il possesso di idoneità fisica, psichica e morale. Gli esami vertono sul/sui gas tossici per i quali viene richiesta l’abilitazione e sono composti da prove pratiche e prove orali. Dando uno sguardo ai programmi, le prime (che hanno una durata stabilita di volta in volta dalla Commissione esaminatrice) riguardano:

  • Tecnica delle varie manipolazioni connesse con la conservazione e la custodia, nonché con il trasporto di ciascun gas tossico per il quale viene richiesta l’abilitazione;
  • Tecnica delle varie manipolazioni connesse con l’utilizzazione dei gas tossici di cui sopra
  • Impiego delle maschere ed apparecchi contro i gas.

Le prove orali (che hanno una durata obbligatoriamente compresa tra i 20 ed i 30 minuti) riguardano invece:

  • Nozioni elementari sulla preparazione e utilizzazione industriale dei gas, sulle sorgenti di intossicazione durante la fabbricazione dei gas stessi, sulla azione tossica di questi, sui modi di rilevarne la presenza, sulle norme cautelative in generale e sui soccorsi d’urgenza;
  • Contenuti del Regolamento sull’impiego dei gas tossici, approvato con R.D. 09.01.1927 n. 147, ed in particolare del Titolo II di esso e successive integrazioni.

Con il proprio staff, S.G.I. supporta chi deve conseguire il patentino gas tossici. Si organizzano infatti corsi di formazione ad hoc specificamente orientati alla preparazione per l’esame di abilitazione. Inoltre, ci occupiamo di tutto quello che riguarda la domanda di ammissione all’esame e la documentazione necessaria per il rilascio dell’abilitazione. Per ulteriori informazioni, contattateci all’indirizzo info@sistemigestioneintegrata.eu

Rispondi

Il nostro sito usa cookie per poterti offrire una migliore esperienza di navigazione. I cookie ci permettono di conteggiare le visite in modo anonimo e non ci consentono in alcun modo di identificarti direttamente. Approfondisci cliccando Maggiori Informazioni e leggi come rifiutare tutti o alcuni cookie. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi