News

6 Dic 2017

Nuovi standard UE per le emissioni di grandi impianti di combustione

//
Commenti0

A livello europeo, il problema delle emissioni in atmosfera è particolarmente sentito. In quest’ottica, grande rilevanza avranno le recenti BAT conclusion riferite alle emissioni dei grandi impianti di combustione. Questo documento dovrebbe aiutare le diverse Autorità nazionali a ridurre l’impatto ambientale di ben 3.500 impianti. Le nuove conclusioni sono state pubblicate in Gazzetta Ufficiale UE ad agosto 2017 e sono il risultato di un processo inclusivo che ha coinvolto Stati Membri, industrie e organizzazioni no-profit operanti nel campo della tutela dell’ambiente. Scopriamo cosa cambierà in riferimento al settore dei grandi impianti di combustione.

BAT conclusions e impianti di combustione, le novità principali

Come detto, obiettivo principale dei nuovi standard è la riduzione dell’impatto ambientale dei cosiddetti LCP. La prima misura adottata a tal fine è una new entry nel panorama europeo. Infatti, per la prima volta verranno imposti dei limiti alle emissioni in atmosfera di particolari sostanze da parte di questi impianti. Tra le diverse sostanze incluse nelle conclusioni, vi sono:

  • Mercurio;
  • Acido fluoridrico;
  • Anidride solforosa;
  • Ossidi di azoto.

Questi limiti si sono resi necessari anche alla luce dei livelli raggiunti in passato. Da dati del 2013 è emerso che i grandi impianti di combustione hanno emesso in atmosfera il 46% di anidride solforosa, il 18% di ossidi di azoto ed il 39% di mercurio totali sul territorio comunitario. Le misure adottate, tuttavia, mirano più in alto che alla mera riduzione delle emissioni. Infatti, un altro obiettivo dichiarato è la riduzione dei danni e di altri effetti indesiderati che tali sostanze potrebbero avere sulla salute umana. Per fare ciò, le diverse Autorità statali avranno a disposizione 4 anni per adattare i propri processi autorizzativi ai nuovi standard.

Quali impatti sulle autorizzazioni degli impianti?

L’applicazione delle BAT conclusions avrà sicuramente effetti sui processi autorizzativi nazionali. Infatti, le recenti conclusioni saranno la base tecnica per le Autorità nazionali per il rilascio di autorizzazioni. Qualora gli organismi nazionali decidessero di applicare le proposte nella loro accezione più restrittiva, la riduzione delle emissioni prodotte dai grandi impianti di combustibili sarebbe tangibile e altamente significativa.

Pertanto, è estremamente probabile che anche in Italia le autorizzazioni per gli impianti subiranno cambiamenti anche rilevanti nel corso dei prossimi quattro anni. Grazie allo staff dell’Ufficio Ambiente di S.G.I., le aziende ricevono un grande supporto nella presentazione delle istanze autorizzative. In materia di AIA (Autorizzazione Integrata Ambientale), AUA (Autorizzazione Unica Ambientale) e VIA (Valutazione di impatto Ambientale), i servizi offerti sono:

  • Predisposizione ed invio delle istanze all’Autorità competente;
  • Assistenza tecnica, con verifiche periodiche presso gli impianti;
  • Check-up relativo alla conformità normativa e stato di attuazione del Piano di Monitoraggio;
  • Interventi sul Piano di Monitoraggio, con pianificazione degli interventi di campionamento e valutazione;
  • Elaborazione e presentazione di MUD, Dichiarazione E-PRTR, AIDA e ORSO.

Per ulteriori informazioni sui servizi in materia di tutela ambientale, contattateci all’indirizzo info@sistemigestioneintegrata.eu

Rispondi

Il nostro sito usa cookie per poterti offrire una migliore esperienza di navigazione. I cookie ci permettono di conteggiare le visite in modo anonimo e non ci consentono in alcun modo di identificarti direttamente. Approfondisci cliccando Maggiori Informazioni e leggi come rifiutare tutti o alcuni cookie. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi