News

14 Giu 2017

Ok definitivo alla nuova Valutazione di Impatto Ambientale (VIA)

//
Commenti0

Qualche tempo fa, abbiamo parlato del processo di recepimento della Direttiva UE 2014/52 relativa alla Valutazione Impatto Ambientale (VIA). Oggi vogliamo riprendere il tema in quanto è finalmente arrivato l’ok definitivo del Governo alla riforma della VIA. Il testo approvato modifica l’attuale D.Lgs. 152/2006 assicurando la corretta implementazione delle normative comunitarie.

La nuova norma verrà a breve pubblicata in Gazzetta Ufficiale e si applicherà ai procedimenti avviati dal 16 maggio 2017 in poi. Il 16 maggio è peraltro il limite che era stato fissato per il recepimento della Direttiva negli ordinamenti nazionali. Per i procedimenti avviati in precedenza è previsto un periodo transitorio con la possibilità di terminare il procedimento ai sensi delle nuove regole.

Cosa cambierà con la nuova Valutazione Impatto Ambientale (VIA)

La novità più importante della nuova normativa riguarda il tempo necessario per portare al termine i procedimenti. Infatti, con l’applicazione delle nuove regole si assisterà ad un notevole calo del tempo necessario per la VIA. Al momento per i procedimenti di Valutazione Impatto Ambientale sono necessari circa 3 anni ed i procedimenti pendenti hanno un valore di circa 21 miliardi di euro.

Nella nuova VIA, sarà anche valorizzata l’importanza del dibattito pubblico come strumento di coinvolgimento ed informazione della popolazione ai sensi del Codice Appalti. Inoltre, sarà possibile richiedere in alternativa al procedimento di VIA il rilascio di un Procedimento Unico Ambientale. Questa fattispecie andrà a coordinare e sostituire i diversi titoli abilitativi o autorizzativi relativi a fattori ambientali.
Infine è prevista l’omogeneizzazione e digitalizzazione a livello nazionale delle regole sui procedimenti di VIA.

Dal punto di vista del procedimento in sé, i proponenti si ritroveranno davanti un iter molto più snello e leggero dell’attuale. Ad esempio:

  • Si potranno presentare degli elaborati progettuali con un livello di dettaglio ed informazioni pari a quello di un progetto di fattibilità;
  • Inoltre, sarà possibile presentare non più dei veri e propri elaborati progettuali ma uno studio preliminare ambientale;
  • Per modifiche di opere esistenti, sarà invece possibile richiedere una valutazione preliminare al fine dell’individuazione del corretto procedimento da avviare.

Grazie allo staff del proprio Ufficio Ambiente, S.G.I. gestisce tutto l’iter relativo alla Valutazione Impatto Ambientale. Per ulteriori informazioni, contattateci agli indirizzi mail info@sistemigestioneintegrata.eu e ambiente@sistemigestioneintegrata.eu

Rispondi

Il nostro sito usa cookie per poterti offrire una migliore esperienza di navigazione. I cookie ci permettono di conteggiare le visite in modo anonimo e non ci consentono in alcun modo di identificarti direttamente. Approfondisci cliccando Maggiori Informazioni e leggi come rifiutare tutti o alcuni cookie. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi